INTERVISTA AL PRESIDENTE MARCO BALLOTTA

Il presidente Marco Ballotta, dopo quasi tre mesi dal suo nuovo incarico, ha fatto il punto della situazione in casa biacoazzurra sia a livello societario che tecnico, passando dalla prima squadra fino alla Scuola Calcio.

Innanzitutto, come sta lavorando la società?
“La società sta lavorando bene. Siamo partiti da qualche mese, stiamo valutando tante situazioni e cercando di risolvere alcuni problemi. Noi siamo un gruppo di amici che è entrato a far parte della società perchè c’era bisogno di forze fresche, anche numericamente parlando. Credo che il connubio tra i nuovi entrati e i dirigenti che c’erano già prima sia giusto e insieme stiamo lavorando ad un progetto incentrato fortemente sui giovani”.

Chiaramente, è molto giovane anche la rosa della prima squadra. Vi aspettavate un inizio così in salita?
“La prima squadra è molto giovane perchè abbiamo voluto mantenere la filosofia della gioventù che è alla base del nostro progetto. L’obiettivo è la salvezza, speravamo di fare qualche punto in più ma non ci abbattiamo perchè il campionato è equilibrato. Non abbiamo mai demeritato, ci manca solo quel pizzico di esperienza che i ragazzi stanno acquisendo allenandosi e giocando. Non siamo preoccupati”.

Come procede l’attività del Settore Giovanile?
“Il Settore Giovanile è il nostro punto di forza, così come lo è stato negli anni scorsi. Abbiamo solo cercato di dare continuità al lavoro che era già stato fatto in precedenza. Non parlo di risultati perchè quelli si vedranno con il passare del tempo. Noi puntiamo principalmente alla crescita dei ragazzi, poi se arriveranno anche i risultati sul campo tanto meglio”.

Quest’anno, tante iscrizioni e nuovi bambini anche nella Scuola Calcio.
“Sì, c’è stato un seguito numeroso e siamo contenti. Questo significa che negli anni passati si è lavorato bene. Adesso, dobbiamo solamente proseguire su questa strada e cercare di migliorare. Anche i ragazzi stessi hanno bisogno di vedere che la società lavora bene perciò è uno stimolo per tutti”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*