LA JUNIORES VIAGGIA A GONFIE VELE: INTERVISTA A MISTER STEFANO AZZANI

Un avvio a rilento con una sconfitta ed un pareggio e poi sette vittorie consecutive, è questo l’importante ruolino di marcia della Juniores Regionale, al momento capolista del ‘Girone C’. La formazione allenata da mister Stefano Azzani ha avuto bisogno di due gare di assestamento, poi ha ingranato e ora viaggia a gonfie vele guidando la classifica con due punti di vantaggio sul secondo posto, occupato dal Real Formigine, e quattro sull’Arcetana. Oltre ad una lunga striscia di risultati utili consecutivi, la compagine biancoazzurra vanta anche il miglior attacco del girone con 27 reti realizzate e la seconda miglior difesa con 9 gol subiti. Nel prossimo turno, a Castelvetro arriverà il Savignano che lo scorso anno ha vinto il campionato provinciale guidato proprio dall’attuale tecnico biancoazzurro Stefano Azzani e con il mister abbiamo parlato sia della gara, che avrà per lui un sapore particolare, che dell’ottimo inizio di stagione della squadra.

Mister, come giudichi questo avvio di stagione? Sei soddisfatto?
“Soddisfatto, purtroppo, non lo sono mai. Abbiamo iniziato questa avventura con mezzi e idee diverse tra me e la squadra, i ragazzi avevano abitudini differenti perciò è servito un confronto. Tutti, però, si sono sempre applicati al massimo e i risultati ottenuti fino ad ora sono proprio frutto della loro voglia di provarci e di mettersi in discussione. Aldilà degli aspetti tecnici e atletici, tutti stanno mettendo testa e cuore in questo progetto e si stanno dimostrando ragazzi dal grande valore umano”.

In cosa, secondo te, la squadra può e deve ancora migliorare?
“Mi auguro che la squadra migliori ancora tanto. A me piace lavorare per principi di gioco e al momento siamo solo all’inizio del percorso. Abbiamo introdotto i primi principi in fase difensiva e di possesso, ma senza sviluppare troppo le specificità che svilupperemo con calma nei prossimi mesi. Avremo, sicuramente, momenti altalenanti perchè l’apprendimento passa da fasi grezze, in cui perderemo velocità e lucidità, per poi affinarsi in seguito ma siamo consapevoli di questo e cerchiamo di vivere il tutto con la massima serenità. Viste le caratteristiche dei ragazzi, dovremo riuscire nell’immediato ad arrivare molto di più alla conclusione dalla distanza e anche su questo ci stiamo lavorando”.

Sabato arriverà il Savignano, tua ex squadra, che effetto farà affrontarli da avversario?
“Giocare contro una realtà dove tutti noi dello staff siamo riusciti a fare molto bene è un bello stimolo e vogliamo dimostrare la passione che cerchiamo di mettere sempre sul campo. Tutto questo, però, non riguarda la squadra che deve vivere di consapevolezza e quotidianità perciò cercheremo di preparare la sfida con la stessa attenzione che abbiamo messo in tutte le altre gare, anche alla luce degli infortuni che in questo momento un po’ ci limitano. Proveremo a rendere tutti fieri di noi!”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*